Bologna: Pinocchio, la nonnina e le scienze cosmiche

by United Blogs of Benetton on: maggio 24th, 2011

Stavolta la carovana di I’m Unique si ferma a Bologna, la capitale del buon gusto.

Un tagliere di salumi e un piatto di tortellini, poi c’inoltriamo lungo le vie di questa città di portici rossi e studenti universitari. Chissà, forse è qui che troveremo la star della prossima campagna Benetton Bambino.

 

Incurante del caldo torrido di questa domenica di maggio, un gruppo nutrito di genitori e bambini sta già appostato davanti al negozio di via Ugo Bassi 11, pronto ad attaccare. Nemmeno il tempo di montare il flash sulla macchina fotografica e dobbiamo dire un no. Agatha compie 6 anni domani e da regolamento non può partecipare! Nessun dramma, comunque. Le scattiamo una polaroid ricordo, le mettiamo in mano un palloncino e le spieghiamo come partecipare via Internet. E via con il casting!

“Si vive per raccontarla”, dice lo scrittore sudamericano Gabriel García Márquez. E allora chiediamo ad alcuni dei piccoletti che partecipano al casting di raccontarci la loro storia preferita. Sarà il caldo sarà la digestione, ma c’è qualcosa che non va in queste favole.

Pinocchio mangia la nonna di Cappuccetto Rosso e un orso piccolo viene espropriato di tutti i suoi beni. Poco dopo spuntano un geco, un tirannosauro e uno studioso di scienze cosmiche. Quando pensiamo di essere ormai in salvo, arriva uno che si mette a cantare in romeno. Ma chi ce l’ha fatto fare?

Immagine anteprima YouTube
 
 

leave your comment