Hair Bun: l’acconciatura per la bella stagione

by Be-Blogger Italy on: maggio 16th, 2013

hair bun

Nato per essere semplice, comodo e facile da realizzare l’hair bun ha subito negli ultimi anni molte varizioni, trasformandosi in una vera e propria acconciatura da sfoggiare e fotografare.

Originariamente chiamato chignon, ha assunto un nome inglese, internazionale, perfetto per il web. Sarà stato il cambio di lingua o la diffusione di immagini sui social network, a trasformare questa pettinatura da ballerina, in un vero e proprio must per la bella stagione? Complice certamente il caldo, che ci spinge a tirar su le folte chiome, quest’acconciatura è veramente perfetta per l’estate (o per la primavera se avete la fortuna di vivere in un bel posto soleggiato).

hair bun 3

Devo ammettere di non essere mai riuscita a realizzarne uno decente, forse i miei capelli non sono abbastanza lunghi, o forse non sono brava con questo genere di cose, io comunque non mi arrendo e anche quest’anno proverò a realizzare un carinissimo hair bun. Sul web si trovano immagini carinissime dalle quali trarre ispirazione, chignon “addobbati” con fiori, nastrini e gioielli, hair bun a forma di fiocco e persino alcuni realizzati con delle trecce (un giorno parleremo anche di queste perché le adoro).

hair bun collage

Io proverò con qualche tutorial fotografico, magari è la volta buona che riesco a realizzare qualcosa di carino senza dover chiamare il mio parrucchiere. Seguirete il mio esempio?

hair bun tutorial

Photo Credits: Weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Ad ogni generazione la sua serie tv

by Be-Blogger Italy on: aprile 19th, 2013

dawson-crying_large

La mia adolescenza è stata sicuramente colpita dall’effetto Dawson’s Creek. Un gruppo di sedicenni le cui famiglie e personalità, veninavo continuamente disturbate da cataclismi psicologici ed eventi moralmente devastanti. Una situazione simile l’avevano vissuta i ragazzi qualche anno più grandi di me, quelli che hanno goduto delle disgrazie dei protagonisti di Beverly Hills 90210 i quali, se non altro, si consolavano con una situazione economica stabile e agiata.

serie tv

Gli anni dell’università furono segnati da un’altra serie tv, il filone era sempre melodrammatico ma i protagonisti, avevano uno spiccato senso dell’umorismo ed erano tendenzialmente menefreghesti, sto parlando di The O.C. Questo teen-drama, al contrario di Dawson’s Creek, influenzò stilisticamente parecchie ragazze e ragazzine. Lo stile di Marissa Cooper e Summer Roberts venne emulato e replicato, dai capelli al make-up, ogni cosa portata da loro diventava immediatamente un trend. Questo anticipò di qualche anno il fenomeno Gossip Girl.

tumblr_kyespxCowj1qaj1eto1_500

Blair Waldorf, Serena Van Der Woodsen ed i loro amici, vivevano nel lusso più sfrenato della New York ricca. Le ragazze di tutto il mondo iniziarono a fantasticare riguardo limousine, borse Chanel e stage in prestigiose case di moda. Nacque così la moda più sfarzosa che io abbia mai visto in questi 28 anni.
Teen-ager vestite come benestanti 50enni, smartphone e tablet al posto di libri e quaderni ed un’invasione di abitini in stile preppy.

tumblr_mlgbjvsNIZ1rhfubso1_400_large

Non riesco a capire se siano stati i telefilm ad adattarsi all’evoluzione dei ragazzi, o se siano stati questi ultimi a trarre spunto dai serial.
Certo è che, dai tempi in cui Joey si arrampicava su per una scala fino alla finestra di Dawson ne è passato di tempo, adesso per risparmiare tempo lo avrebbe videochiamato su FaceTime.

Photo Credits: weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Sognando Coachella

by Be-Blogger Italy on: aprile 12th, 2013

coachella top

Sin da piccola ho sempre sognato di poter vivere in California. Ok, non la conosco, non l’ho mai visitata e non ho mai frequentato qualcuno che viva già lì, tuttavia mi attrae terribilmente da anni.
Uno dei motivi che da anni mi spinge ad adorare quella particolare zona degli Stati Uniti è certamente la presenza di Hollywood e di tutte le celebrities che popolano le più belle case del mondo.
Il mio sogno?
Incontrarle e divertirmi con loro al Coachella Festival. Katy Perry, Lindsay Lohan, Vanessa Hudgens, Rihanna e tutte le star del momento, indossando i loro abiti d’ispirazione hippie prendono parte ogni anno a quest’evento.

collage coachella
Puntuale come ogni anno, dal 1999 ad oggi, oggi 12 Aprile, tra vip, musica ed esibizioni, ecco arrivare il Coachella Valley Music and Arts Festival 2013.
Nel corso della prima edizione si esibirono artisti del calibro di Moby, Beck e The Chemical Brothers, negli anni successivi si alternarono Sigur Ròs, The Strokes, Red Hot Chili Peppers, The Cure, Muse, Coldplay ed è meglio che io mi contenga perché non posso certo citarli tutti! Lasciatemi però anticipare che, nella line up di questa edizione, sono presenti anche i Phoenix.

coachella

Ovviamente anche quest’anno non andrò e il Coachella Festival resterà, per il momento, solamente un sogno che, prima o poi, realizzerò. Tuttavia sabato sera mi consolerò con una festa a tema Flower Power, dunque potrò vestirmi in stile boho-chic, indossare anfibi e abiti a fiori, farmi le treccine ed i nodi ai capelli, anche se con la certezza di non poter incontrare Rihanna e amici.

Photo Credits: Weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Tatuaggi: accessori della nostra personalità

by Be-Blogger Italy on: aprile 5th, 2013

tatuaggi copertina

Devo ammetterlo, quando conosco qualcuno mi accerto sempre della presenza di tatuaggi sul suo corpo, almeno nelle zone visibili a tutti.
Per quale motivo?
Perché li adoro!

A differenza dei piercing, che trovo inspiegabilmente “eccessivi”, i tatuaggi sono per me un accessorio della personalità. Sul mio corpo ne ho 4 ed è inutile negare che questo post, sia stato ispirato dalla ricerca del soggetto perfetto per il tatuaggio numero 5.

tatuaggi 4

Il primo lo feci in occasione dei miei 21 anni, una piccola Hello Kitty sul basso ventre.
Il secondo lo sognai e scelsii di farlo seguendo il mio istinto, si tratta del logo anni ’90 di Barbie.
Il terzo è quello che più mi rappresenta, ho tatuato l’amore sul mio braccio sinistro, con un grande cuore rosso, per rendere ancor meglio l’idea.
Il quarto e (per adesso) ultimo è un piccolo pezzettino di puzzle, che trova la sua totalità quando incontra il braccio del mio fidanzato, il quale possiede l’altra metà.

tatuaggi 3
Adesso l’idecisione è totale ed il web non fa che confondermi le idee. Ad ogni modo, in vita mia ho visto decine di tatuaggi meravigliosi, che traevano ispirazione da svariati momenti della vita di coloro che li sfoggiavano con orgoglio.
Tra i precursori di questa pratica, che adesso è diventata un trend, troviamo (ovviamente) gli egiziani, mentre nell’antica Roma vennero vietati da Costantino il quale, in seguito alla sua conversione al Cristianesimo, vietò i tatuaggi dedicati ai defunti.

Personalmente non mi pento di nessuno dei quattro disegni che ho sulla pelle, potrebbero apparentemente apparire come sciocchi e frivoli, ma ognuno di loro nasconde al suo interno un milione di ricordi dai quali non potrò mai più separarmi.

tatuaggi 6

 
 

Leave your comment

 Favole moderne

by Be-Blogger Italy on: marzo 22nd, 2013

La colpa è tutta del signor Walt Disney!
Ultimamente non leggo altro sui social network. Le brillanti aspettative di noi donne riguardo capelli perfetti e uomini tutti d’un pezzo, con conseguenti sofferenze legate al fatto che nulla di tutto ciò si realizzerà mai, sarebbero dunque da attribuire alle fiabe con cui siamo cresciute.

Gli uomini non si affanneranno mai per venire in tuo soccorso, salvarti da un drago, da una strega o da un sonno eterno, non sarà mai lo scopo della loro vita ed è bene che te ne faccia una ragione, cara la mia romanticona. I tuoi capelli non avranno mai una piega impeccabile grazie al canto degli uccellini, ma grazie a spazzola, phon e altri strumenti magari si.

No, non ho smesso di credere nelle favole, io la mia la vivo ogni giorno, assaporando ogni momento, combattendo i miei nemici e sognando una storia d’amore senza tempo. Semplicemente ho capito che i tempi cambiano e anche noi principesse dobbiamo stare al passo, essere sempre sul pezzo, cambiare i nostri abiti rosa e truccarci quanto basta per essere pronte al bombardamento quotidiano di emozioni e delusioni alle quali siamo sottoposte.

Le foto di Alessandro Castelli esprimono benissimo queste mie sensazioni. Le sue favole moderne raccontano di una Biancaneve pallida di un candore che non rappresenta purezza ma piuttosto un animo dark che ricorda un vampiro. Il ritratto di una Cappuccetto Rosso tatuata, egocentrica e desiderosa di confrontarsi con il lupo.

Donne forti, intriganti, donne che non temono la mela, la strega cattiva o le insidie del bosco, donne che costruiscono la loro storia giorno dopo giorno, scrivendo da sole il libro del quale sono protagoniste.

Si, le favole esistono ancora ed io ci credo, solo che adesso le leggiamo sui tablet e non sui libri.

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Dal Twist all’Harlem Shake

by Be-Blogger Italy on: marzo 15th, 2013

La musica allenta le tensioni, raffredda i dissapori, rallegra le masse e unisce gli amici. Il mezzo più comunemente utilizzato dalla musica per raggiungere tutti questi scopi è la danza, il ballo, quel modo unico ed originale con il quale l’essere umano può esprimersi attraverso il corpo.

La musica, così come la danza, da sempre ispira la moda. Dal twist alla break dance, passando attraverso il rock and roll e persino al GanGnam Style, abito e pettinatura hanno rispecchiato le tendenze musicali ed i relativi balli da esse ispirati. L’eccezione che conferma la regola c’è sempre e si tratta dell’ultima, folle e coloratissima moda scoppiata sul web: do the Harlem Shake.

Dalla moda non possiamo veramente più spremere nulla e dunque, sulle note di un pezzo elettronico (precisamente bass – hip hop – trap) chiamato appunto Harlem Shake, da circa un mese ragazzi di tutto il mondo si scatenano con curiosi travestimenti, da Babbo Natale ai surfisti australiani, tutti postano i loro video su YouTube.
Personalmente adoro travestirmi e lo faccio ogni sabato sera, approfittando degli originali Dj set del mio fidanzato. Certo non ho ancora realizzato il mio video ispirato dall’attuale fenomeno ma chissà…

Il mio preferito su YouTube? Certamente il video tratto da un episodio dei Peanuts, dove Snoopy ed i suoi amici sembrano ballare al ritmo di Do The Harlem Shake.

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 On air: la mia vita

by Be-Blogger Italy on: marzo 8th, 2013

Cosa vuoi diventare da grande?

La risposta a questa domanda era quasi sempre divisa in due categorie.
C’erano le romantiche che sognavano tutù rosa e una carriera sfolgorante alla Scala di Milano… E poi c’erano le realiste che volevano studiare per diventare maestre e far patire le pene dell’inferno ai loro studenti.
Io volevo diventare una Dj.
Il ruolo del Dj non era molto chiaro nella mia mente, tuttavia ero convinta di poter indossare pantaloni baggy e portare enormi cuffie giorno e notte.

Ovviamente tutto questo non si è mai realizzato, ma (c’è sempre un ma), un Dj mi ha rubato il cuore. Complice la fortuna, ma anche lo stalking, adesso siamo una coppia e in qualche modo il fato ha avuto la meglio. Il destino mi ha teso la sua mano ancora una volta, la scorsa settimana, facendo in modo che potessi per la prima volta, trascorrere insieme al mio ragazzo, un pomeriggio in un radio siciliana che personalmente adoro, a discutere di moda e musica. Vi racconto il mio pomeriggio a RadioLab.


Il programma si chiama Glam Shaker, tratta argomenti estremamente fashion e intervista spesso fashion blogger italiane, i mattatori del programma sono Andrea, Sara, Claudia e Mari ed io ho trascorso un pomeriggio indimenticabile!
Tra risate, microfoni, cuffie, interventi fuori luogo e aneddoti trendy, siamo riusciti anche ad ascoltare un po’ di buona musica. Abbiamo commentato la Fashion Week milanese e i red carpet degli Oscar 2013: se la parlantina fosse stata un crimine, mi avrebbero certamente arrestata.

Ripensando alla mia infanzia, adesso non credo di voler fare la Dj. Nonostante io continui a considerare la musica uno dei veri piaceri dell’esistenza, dopo il cibo e l’amore, preferisco decisamente comunicare, parlare e ancor di più scrivere, condividere con voi e con il mondo, tutto quello che più mi sta a cuore, mandando On Air la mia vita.

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

1 commento

 La leggenda del #seapunk

by Be-Blogger Italy on: febbraio 28th, 2013

Se potessi scegliere un hobby “particolare”, vorrei dedicarmi alla colorazione e decolorazione continua dei miei capelli. Nel corso degli ultimi mesi sul web sono riuscita a scorgere numerose immagini di ragazze belle bellissime, magre magrissime, con sneakers platform e lunghi capelli colorati in toni pastello sulle punte.

Ho deciso di svolgere una serie di ricerche a riguardo.

Dopo poche ore di investigazione ho scoperto che, questa tendenza è chiamata SeaPunk (i punk del mare?) e prende il nome da un messaggio su Twitter.
La leggenda narra di un giovane il quale, dopo una notte tormentata, raccontò con un tweet di aver sognato una trasformazione del suo giubbotto in pelle. Il ragazzo sognò di sostituire borchie e bottoni del suo chiodo con conchiglie ed elementi marini ed accompagnà il tweet con un hashtag creato per l’occasione: #seapunk.

Ovviamente questo diede i natali anche ad un genere musicale che mette insieme il meglio ed il peggio degli anni ’90, dal pop alla techno, passando per la musica R&B e quella house.
Mentre la tendenza stilistica è molto diffusa tra le star, trattandosi sostanzialmente di uno shatush nei toni pastello che predilige blu e verde, la musica stenta ancora a decollare, ma possiamo citare sicuramente Atlantis di Azealia Banks.

Immagine anteprima YouTube

Le mie produttive ricerche mi hanno portata ad adorare ancor di più questa tendenza, ma avrò il coraggio di azzardare con un look #seapunk? Certamente nei mesi caldi dell’anno, durante i quali sembra che tutto sia concesso.

Photo Credits: weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Federica is in da house!

by Be-Blogger Italy on: febbraio 19th, 2013

Gioia e giubilo in tutto il regno, da oggi la sottoscritta e Fashion Apartment avranno l’onore ed il piacere di condividere con voi le migliori news di moda, lifestyle, beauty e tecnology, entrando a far parte del team Benetton’s Bloggers.

Chi sono io?

La pocket edition di una fashion blogger, 154 centimetri di pura ironia riguardo moda, bellezza e lifestyle.
Romantica ma sarcastica, innamorata della moda sin dall’infanzia ho dimostrato a tutti, con una Barbie tatuata sulla schiena, che la vita può essere assolutamente “rosa”.
Lavoro nel mondo del fashion editing ormai da sei anni, vivo di grandi passioni e la musica è una di queste. Adoro lo street style e ritengo che sia lo specchio della nostra personalità, un concentrato di colori e tessuti che si fondono in un unico, grande biglietto da visita.

A partire da questo momento, ogni settimana, vi intratterrò con le mie “storielle”, diventeremo amici, confidenti e ci scambieremo consigli e pettegolezzi! Moda, musica, frullati, fotografie, sushi, tacchi alti e ginocchia sbucciate. Il mio mondo, da oggi in poi, sarà un po’ anche vostro.

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Un grazie di cuore a tutti voi!

by Be-Blogger Italia on: dicembre 20th, 2012

Ciao a tutti! Oggi vi scrivo per dirvi grazie: grazie per avermi seguito sulle pagine di questo blog e grazie per tutto l’affetto ed il calore che mi avete dimostrato nel corso di questa esperienza!

Ebbene si, questo è il mio ultimo post. Mi sembra ieri quando, un po’ per gioco e un po’ per vincere la noia, ho aperto il mio blog spalleggiata dalle mie preziose amiche! Da quel momento è successo tutto così in fretta che quasi non me ne sono resa conto. Dopo soli due mesi ho ricevuto una chiamata assolutamente inattesa… e con essa l’offerta di curare il blog ufficiale di Benetton!

Da allora son passati due anni intensi ed emozionanti: quante cose ho imparato e quanto sono cresciuta! E’ stato veramente un periodo meraviglioso!

Grazie ancora a voi tutti e, ovviamente, a Benetton e a tutte le persone meravigliose con cui ho avuto l’occasione di lavorare durante questi anni e che spero veramente di non perdere ora che questa esperienza è giunta al termine.

Buon Natale!

Silvia

 
 

Leave your comment