Cosenza: senza gli asini

by United Blogs of Benetton on: maggio 30th, 2011

Il padre di Marco (il nostro fotografo, lo dovreste conoscere già) è un calabrese DOC.

È sabato: si sveglia presto nel suo paese sulla Sila, carica un drappello di bambini sulla sua macchina, guida fino a Cosenza e si presenta puntuale al negozio Benetton di Corso Mazzini per piazzarli di fronte all’obiettivo di suo figlio.

 

“Dio un giorno si è svegliato felice e ha creato la Calabria – ci dice – poi un altro giorno si è svegliato arrabbiato e ha fatto i calabresi”. Sarà anche vero, ma a noi qui tutti ci sembrano allegri e pieni di energia, merito probabilmente della gazzosa al caffé che tracannano senza sosta. C’inoltriamo tra stradine e vicoletti e cerchiamo di restare in equilibrio nonostante i piccoletti che ci tagliano continuamente la strada per poi scomparire nell’androne di una casa.

Sono loro i protagonisti indiscussi di questo pomeriggio di casting. Accecati dalla visione del successo, alcuni si presentano sul set in occhiali da sole e convincerli a toglierli è un’impresa. C’è pure un papà coreografo che, incurante delle indicazioni del fotografo, suggerisce a sua figlia pose e piroette che, secondo lui, bucheranno l’obiettivo.

Tra regali e palloncini, la situazione in pochi minuti si trasforma in una festa generalizzata. Non a caso Cosenza è anche la sede della Città dei Ragazzi, una città nella città, dedicata ai bambini e ai ragazzi. Una specie di Paese dei Balocchi, ma senza gli asini. Bello, no?

È con quest’idea in testa che scattiamo le ultime foto, prima di ripartire alla volta di Palermo.

Immagine anteprima YouTube
 
 

Leave your comment