Oggi è la Giornata Mondiale dell’Infanzia

by Be-Blogger Italia on: novembre 20th, 2012

Giornata Mondiale dell'Infanzia

Forse non lo sapete, ma oggi è un giorno veramente speciale: oggi celebriamo la Giornata Mondiale dell’Infanzia. Esattamente 23 anni fa, il 20 novembre del 1989, infatti, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia, un insieme di 41 articoli che sanciscono i diritti dei bambini e dei ragazzi di tutto il Mondo.

La Convenzione, che l’Italia ha sottoscritto nel 1991, vincola tutti gli Stati aderenti al rispetto dei diritti di tutti i bambini indipendentemente da razza e credo: i quattro principi fondamentali su cui si basa il documento, infatti, sono la non discriminazione, il superiore interesse del bambino, il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo e l’ascolto delle opinioni dei più piccoli.

In tutta Italia sono state promosse iniziative per festeggiare la Giornata Mondiale dell’Infanzia con importanti brand commerciali che affiancano organizzazioni come l’UNICEF nello sforzo organizzativo: lasciatevi coinvolgere! Se vedete un banchetto o un punto di raccolta fondi, pensate ai bambini i cui diritti son negati, che devono combattere ogni giorno per sopravvivere e che, nonostante tutto, sognano un’infanzia normale, come la nostra…

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Il brunch da California Bakery

by Be-Blogger Italia on: novembre 8th, 2012

Tradizione squisitamente americana, il brunch si è definitivamente imposto tra le abitudini milanesi ed è oramai popolare quanto l’aperitivo: appuntamento riservato alle mattine del fine settimana, sospeso a metà tra una colazione ed un pranzo vero e proprio, il brunch rappresenta una gustosa occasione per assaggiare i piatti più celebri della cucina statunitense in compagnia degli amici.

California Bakery brunch

California Bakery è di gran lunga il locale dove preferisco fare il brunch a Milano: si tratta di un posto davvero adorabile, in grado di offrire allo stesso tempo un ricco menù, un servizio sempre gentile e puntuale ed una location assolutamente deliziosa! Adoro i cestini di vimini appesi al soffitto e gli intimi tavolini che durante la bella stagione invadono il prato antistante la vetrina. Non ci son dubbi, tuttavia, sul fatto che il pezzo forte del locale sia il bancone: di vetro e in perfetto design anni ’50 è una cornucopia di dolci e delizie a cui, credetemi, è impossibile resistere!

California Bakery brunch

California Bakery brunch

California Bakery brunch

Non vedo l’ora arrivi il weekend per immeggermi nuovamente nell’atmosfera fantastica del California Bakery: il brusio delle chiacchere, i ‘tin-tin’ del campanello che avvisa i camerieri che le ordinazioni sono pronte, l’odore del caffè americano che riempie il locale, l’esposizione di pancakes e cupcakes… quanto mi piace il brunch!

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 La mostra di Mel Ramos a Milano

by Be-Blogger Italia on: novembre 6th, 2012

Mel Ramos

Con l’inizio dell’autunno, a Milano riparte la stagione della cultura con il suo susseguirsi praticamente ininterrotto di mostre, concerti, presentazioni ed eventi. La mostra dedicata al pittore statunitense Mel Ramos è uno degli appuntamenti più interessanti di questo periodo.

Ramos, uno degli ultimi protagonisti della pop-art ancora in vita, ha fatto della critica al consumismo e della denuncia contro il kitsch di una certa oggettivistica di propaganda i temi principali della sua opera. I suoi quadri imitano in maniera ironica e dissacrante le pubblicità e la rappresentazione che i mass media propongono di vari aspetti della cultura popolare. Quella di Ramos è una pittura calda e sensuale in cui procaci pin up in abiti discinti “oscurano” con la loro avvenenza prodotti di largo consumo ritratti secondo i tipici canoni pubblicitari.

Un esempio di sicuro effetto è il quadro ”Hav-a-Havana-2”, nella foto: tra le opere più famose di Ramos, ha come protagonista una modella adagiata su un sigaro di dimensioni veramente notevoli.

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 La notte di Halloween

by Be-Blogger Italia on: ottobre 30th, 2012

Siete pronti ad affrontare la notte più spaventosa dell’anno? Non mi dite che vi era sfuggito… domani sera è Halloween: tirate fuori i vostri vestiti da strega, decorate a modo le vostre zucche e preparatevi a fare festa!!!

Halloween

Ecco una serie di consigli per chi volesse organizzare a casa propria una vera serata da brividi: innanzi tutto, pensate con la massima cura al menù per la cena. Ogni piatto, badate bene, dovrebbe essere a base di zucca, dal classico risotto sino al dolce, per il quale una buona idea potrebbero essere dei biscottini a forma di pipistrello per esempio!

Halloween

Halloween

Per dare una festa di Halloween di successo è necessario che l’atmosfera in casa sia quella giusta. Decorazioni e festoni diventano per questo assolutamente imprescindibili, ma devo dire che in rete ho trovato suggerimenti illuminanti e idee veramente simpatiche!

Su familyfun.go.com, per esempio, ho trovato un tutorial che insegna a trasformare un cartone del latte in una lampada fantasma utilizzando solo un pennarello e delle luci natalizie, da papercrave.com, invece, potreste scaricare tutta una serie di sagome orribilanti con cui create ghirlande di carta da appendere per tutta la casa!

Sciolti i dubbi sul menù e risolta la questione della decorazione della casa, passate a preparare la tavola: nessun problema comunque, in questo periodo la maggior parte dei supermercati offre un’abbondante scelta di piatti, posate, tovaglie e tovaglioli a tema!

Posso osare un’ultimo suggerimento? Chiudete in bellezza la serata indossando un intimo da pauracome quello che potete trovare negli store Benetton della collezione underwear!

Halloween intimo da paura collezione underwear Benetton autunno-inverno 2012

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Bicycle Film Festival & Red Hook Criterium a Milano

by Be-Blogger Italia on: ottobre 18th, 2012

Il weekend scorso a Milano la bicicletta è stata celebrata come una star! Nella zona di via Tortona, presso i vecchi padiglioni dell’Ansaldo, si è svolto il Bicycle Film Festival!

Bicycle Film Festival

Il BFF ha rappresentato una “pedalata” di tre giorni tra proiezioni, mostre, gare ciclistiche urbane, tornei di bike polo e contest di BMX. Il modo migliore insomma per celebrare e tentare di diffondere presso un pubblico sempre più ampio la passione per la bicicletta come mezzo di trasporto e di svago.

In più, domenica pomeriggio, approfittando del blocco del traffico e delle strade per una volta libere, nelle strade intorno all’Ansaldo il BFF ha ospitato l’edizione milanese di una delle gare di biciclette urbane più famose al mondo: la Red Hook Criterium! La RHC è una gara su circuito urbano nata a New York che si svolge una sola volta all’anno, prende il nome dal quartiere in cui si svolge, il Red Hook appunto, ed ha la particolarità di essere aperta esclusivamente a biciclette a scatto fisso.

Bicycle Film Festival

Bicycle Film Festival

Da qualche anno la RHC è approdata anche a Milano, il che davvero non stupisce: non c’è posto migliore della patria dei fashionisti, dove la bicicletta a scatto fisso è diventato un accessorio must-have per la popolazione alternativa, per accogliere una gara così importante!
Anche se non sono un’appassionata della bicicletta e per spostarmi preferisco la comodità dei mezzi, non mi sono voluta perdere questo evento. Che spettacolo! La velocità incredibile, lo spettacolo delle strade di Milano utilizzate come circuito e piene di spettatori, la grinta, la passione e la soddisfazione di chi pedala. Mi è piaciuta così tanto che penso sarebbe bello andarla a vedere anche a New York… e poi magari fare anche un po’ di shopping ;)

Red Hook Criterium

Red Hook Criterium

Red Hook Criterium

Red Hook Criterium

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale Picasso di Parigi

by Be-Blogger Italia on: ottobre 2nd, 2012

A distanza di 11 anni dall’ultima grande mostra del 2001, Picasso è tornato a Milano!

Deux femmes courant sur la plage -  Picasso

Nu couché - Picasso

Guitare et bouteille de Bass - Picasso

Les baigneuses - Picasso

Curata da Anne Baldassari, riconosciuta come uno dei maggiori studiosi dell’artista spagnolo nonchè presidente del Musée National Picasso di Parigi, la mostra aperta il 20 settembre scorso a Palazzo Reale raccoglie oltre 200 opere, alcune delle quali non hanno mai lasciato il museo parigino. Dipinti, sculture, fotografie, disegni, libri e stampe ricostruiscono il percorso artistico di Picasso di cui è possibile seguire l’evoluzione nelle tecniche e nei mezzi espressivi utilizzati di volta in volta.

La mostra, intitolata “Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale Picasso di Parigi”, è in giro per il mondo e quella milanese è l’unica tappa europea prevista. Se questo non bastasse a convincervi ad andare a visitarla, sappiate allora che non si tratta solo di un grande evento culturale ma anche di un’importante occasione per compiere una buona azione: pagando un solo euro in più rispetto al prezzo del biglietto, avrete la possibilità di fare una donazione alla ricerca contro la fibrosi cistica!

Nelle foto:
“Deux femmes courant sur la plage“, “Nu couché”, “Guitare et bouteille de Bass”, “Les baigneuses”.

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

1 commento

 Unemployee of the year

by Be-Blogger Italia on: settembre 25th, 2012

UNEMPLOYEE OF THE YEAR

Il 18 settembre United Colors Benetton e la Fondazione UNHATE hanno presentato a Londra la loro ultima campagna di comunicazione: Unemployee of the year. Ideata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della non occupazione giovanile, l’iniziativa Unemployee of the year offre allo stesso tempo un aiuto concreto ai giovani che devono fare i conti con questa difficile situazione: tutti i giovani non occupati tra i 18 e i 30 anni possono partecipare al contest, a livello mondiale, presentando un proprio progetto lavorativo. I 100 progetti migliori si trasformeranno in realtà grazie al supporto della Fondazione UNHATE!

United Colors of Benetton cerca in questo modo di trasmettere positività ad una categoria di persone che cresce sempre più sfiduciata e di affermare che non bisogna mai abbandonare la speranza di cambiare le cose in meglio.

UNEMPLOYEE OF THE YEAR

UNEMPLOYEE OF THE YEAR
UNEMPLOYEE OF THE YEAR

La campagna di comunicazione a cui viene affidato il messaggio di Unemployee of the year è volutamente ironica dal momento che mostra i partecipanti al concorso, tutti giovani e tutti disoccupati, vestiti in abiti da manager: un invito a non demoralizzarsi ed anzi a lottare in modo da cambiare la propria vita a 360° alla ricerca di un futuro meno precario e più stabile!

A testimonianza dell’importanza dell’iniziativa e di quanto il tema della non occupazione giovanile sia sentito bisogna segnalare che MTV e altri media producer digitali hanno voluto dare il loro preziosissimo contributo confezionando un filmato sulla storia di quattro giovani che cercano lavoro!

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 International Day of Peace

by Be-Blogger Italia on: settembre 21st, 2012

International Day Of Peace

Per iniziativa dell’ONU, oggi, 21 settembre, si celebra l‘International Day of Peace, la Giornata Internazionale della Pace: un invito a sforzarci di mettere da parte almeno per un giorno ogni forma di odio e ostilità.

L’idea promossa dall’ONU è che pace, giovani e sviluppo sono le chiavi per realizzare un mondo migliore dal momento che la pace favorisce lo sviluppo e lo sviluppo a sua volta crea opportunità per i giovani. Un’equazione che diventa ancora più valida quando applicata a Paesi che da anni vivono l’incubo della guerra! In quest’ottica, quindi, diventa fondamentale rafforzare gli ideali di pace tra le nazioni ed i popoli tentando allo stesso tempo di abbattere ogni forma di barriera culturale e razziale.

In Italia per celebrare la Giornata Internazionale della Pace coinvolgendo e sensibilizzando il maggior numero di persone possibile è stata organizzata una miriade di eventi, feste e concerti a partire da oggi e per tutto il week end, ma in alcuni casi i festeggiamenti dureranno sino ai primi giorni di Ottobre!

UNEMPLOYEE  OF THE YEAR

Anche Benetton vuole fare la sua parte lanciando, ad un anno dalla creazione della campagna UNHATE, una nuova iniziativa orientata al mondo dei giovani e focalizzata sul problema della disoccupazione: Unemployee of the year. Proprio tramite la Fondazione Unhate, Benetton si impegna a sostenere 100 progetti presentati da giovani non occupati provenienti da tutto il mondo e selezionati tramite un contest online: un ottimo modo per provuovere i giovani e lo sviluppo in un colpo solo!

International day of peace

Vi auguro una splendida giornata di pace e amore e, se parteciperete al contest, vi faccio il mio più sincero in bocca al lupo!

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Il fascino della Malesia

by Be-Blogger Italia on: settembre 7th, 2012

Oggi torniamo a parlare delle vacanze: ci vuole, sto facendo una fatica incredibile a riprendere il ritmo della solita vita milanese e ripensare alle esperienze vissute quest’estate non può che farmi bene!

Dopo Singapore, la seconda meta del mio viaggio nel Sud Est Asiatico è stata la Malesia, un paese che sognavo di visitare da tempo e che si è rivelato ancora più bello di quanto immaginassi. Senz’altro uno dei posti più belli che abbia mai visto, la Malesia è un mix di paesaggi completamente differenti tra loro. La varietà è la sua caratteristica principale: si passa da città enormi e modernissime, piene di gente ed incredibilmente caotiche, ad altre ancora legate al passato, dove la vita è più semplice e lenta, passando per foreste pluviali tra le più antiche del mondo e arcipelaghi che non hanno nulla da invidiare ai Caraibi!

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur, la capitale, è una città immensa, sospesa tra il passato, rappresentato dai quartieri cinesi ed indiani, ed il futuro verso cui tende il centro, con i suoi grattacieli avvenieristici. La cosa che ho apprezzato maggiormente sono stati i suoi mercatini: caratteristici, affollatissimi, pieni all’inverosimile di prodotti di tutti i tipi… soprattutto di dolci tradizionali malesi, di cui ho scoperto di andare pazza! Certo, se è vero che lo shopping è una delle attività preferite del turista, a Kuala Lumpur sembra diventare addirittura obbligatorio: i tunnel sopraelevati che collegano i centri commerciali risultano spesso essere lìunico modo sicuro per attraversare le grandi vie trafficatissime della città!

Le Petronas Tower, belle di giorno e addirittura spettacolari soprattutto di notte, sono il simbolo della città, ma per quanto mi riguarda, la cosa che ho apprezzato maggiormente sono stati i templi che ho incontrato passeggiando per i quartieri indiano e cinese: colorati e sfarzosi, c’è da rimanere a bocca aperta di fronte a tanta maestosità.

Melaka

Melaka

Melaka

Melaka

Melaka, è una città completamente diversa da Kuala Lumpur, sicuramente più a misura d’uomo: la si può attraversare a piedi in poche ore, non è ammorbata dal traffico come la capitale ed mantiene ancora l’aspetto della piccola città mercantile. In più a Melaka le tradizioni del passato sono ancora radicate e assolutamente visibili nella chinatown, dove è addirittura possibile visitare una vera casa della vecchia borghesia commerciale cinese, come nei quartieri indiani! Per di più la città offre l’impagabile esperienza di viaggiare su un risciò coloratissimo e spericolato!

Malesia

Malesia

Certo le città sono bellissime, ma che dire del mare? Sono stata qualche giorno sulle isole Perenthian che, affacciate sul mar della Cina, regalano un’esperienza davvero da sogno grazie a spiagge stupende circondate dalla jungla e affacciate su un mare dall’acqua cristallina e trasparente! In più, la possibilità di nuotare con squali, tartarughe marine e pesci di ogni tipo e colore e di godersi una cena a base di pesce alla griglia sulla spiaggia mentre il sole si tuffa nel mare al tramonto rendono il soggiorno nell’arcipelago un ricordo indimenticabile!

E la foresta? Ne parliamo la prossima settimana, la foresta merita un post tutto per sè!

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 In vacanza a Singapore

by Be-Blogger Italia on: agosto 31st, 2012

Singapore

Sono appena tornata dalle vacanze e non vedo l’ora di condividere con voi i meravigliosi ricordi che ho collezionato nelle tre settimane che ho trascorso in giro per il Sud Est asiatico. Iniziamo subito con la prima tappa del mio viaggio: la splendida città-stato di Singapore!

Singapore è una città davvero unica, in grado di suscitare in chi la visita sentimenti assolutamente contrastanti, dal momento che la prima impressione che comunica è che non sia altro che un susseguirsi di imponenti grattacieli e centri commerciali.

In realtà Singapore è un luogo in cui riescono a convivere fianco a fianco realtà molto diverse! Solo nel Colonial District, il suo quartiere più rappresentativo, per esempio, i grattacieli futuristici di grandissime aziende di livello mondiale sorgono sul contorno dei quays, i vecchi moli a cui attraccavano le navi commerciali nel XIX secolo, insieme a complessi di edifici dallo stile architettonico moderno e innovativo: in pratica, una sorpresa ad ogni passo!

Il simbolo dell’innovazione architettonica di Singapore è il famoso hotel Marina Bay: una struttura a nave che si “appoggia” a 3 grattacieli. Ammirarlo dalla ruota panoramica della Marina è un vero spettacolo, riservato però solo a chi non soffre di vertigini!

Singapore

Singapore

Singapore

Singapore

Singapore

Se ci si allontana un po’ dal centro moderno della città e ci si prende una pausa dallo shopping, si possono scoprire quartieri totalmente diversi, immersi nel passato e nella tradizione: Chinatown e Little India, con le loro case caratteristiche e templi stupendi ed affollatissimi a tutte le ore.

Singapore

Singapore

Le ultime emozioni le regala lo zoo della città! Un luogo incredibile che consente di ammirare un numero incredibile di animali provenienti dal mondo intero immersi in un parco naturale: non ci sono gabbie in questo zoo, ogni animale vive in un’area a lui dedicata che ne riproduce l’ambiente di provenienza lasciandogli tutta la libertà di cui ha bisogno… e gli incontri ravvicinati sono all’ordine del giorno!

Singapore

Singapore

Singapore

Singapore

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

1 commento