Passeggiando in bicicletta…

by Be-Blogger Italy on: ottobre 3rd, 2013

bicycle 1

Sto per confessarvi un fatto del quale non vado fiera, un segreto imbarazzante: io non so andare in bicicletta.

Ok, lo so, questa è la tipica cosa che si impara da “cuccioli”, ma credetemi: io su quell’affare a pedali ho creato solamente una serie di guai! Cadute rovinose, bambini investiti e chi più ne ha più ne metta. Dunque ho scelto di camminare sempre e solo con qualcosa che si muova da sola, come macchine e scooter, qualcosa che non abbia bisogno del mio equilibrio e della mia forza motrice. Il risultato? Zero lividi e ginocchia sbucciate!

Questo però non significa che io non vada matta per la bicicletta e per quel suo allure romantico. Adorerei possederne una, magari in una tonalità pastello, con un bel cestino colmo di fiori profumati e un libro da portare in giro per il centro storico della mia città, fermarmi in riva al mare e rilassarmi al fresco del venticello autunnale. Utopia!

bicycle 2

Molti di voi comunque si muovono con gioia e soddisfazione attraverso questo mezzo ed io sono fiera dei vostri risultati, il tutto vien fuori come ecosostenibile e chic. Prometto che un giorno imparerò a muovermi su questo graziosissimo strumento a due ruote, nel frattempo sogno davanti a decine di fotografie.

bicycle 4

Photo Credits: weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 Tatuaggi: accessori della nostra personalità

by Be-Blogger Italy on: aprile 5th, 2013

tatuaggi copertina

Devo ammetterlo, quando conosco qualcuno mi accerto sempre della presenza di tatuaggi sul suo corpo, almeno nelle zone visibili a tutti.
Per quale motivo?
Perché li adoro!

A differenza dei piercing, che trovo inspiegabilmente “eccessivi”, i tatuaggi sono per me un accessorio della personalità. Sul mio corpo ne ho 4 ed è inutile negare che questo post, sia stato ispirato dalla ricerca del soggetto perfetto per il tatuaggio numero 5.

tatuaggi 4

Il primo lo feci in occasione dei miei 21 anni, una piccola Hello Kitty sul basso ventre.
Il secondo lo sognai e scelsii di farlo seguendo il mio istinto, si tratta del logo anni ’90 di Barbie.
Il terzo è quello che più mi rappresenta, ho tatuato l’amore sul mio braccio sinistro, con un grande cuore rosso, per rendere ancor meglio l’idea.
Il quarto e (per adesso) ultimo è un piccolo pezzettino di puzzle, che trova la sua totalità quando incontra il braccio del mio fidanzato, il quale possiede l’altra metà.

tatuaggi 3
Adesso l’idecisione è totale ed il web non fa che confondermi le idee. Ad ogni modo, in vita mia ho visto decine di tatuaggi meravigliosi, che traevano ispirazione da svariati momenti della vita di coloro che li sfoggiavano con orgoglio.
Tra i precursori di questa pratica, che adesso è diventata un trend, troviamo (ovviamente) gli egiziani, mentre nell’antica Roma vennero vietati da Costantino il quale, in seguito alla sua conversione al Cristianesimo, vietò i tatuaggi dedicati ai defunti.

Personalmente non mi pento di nessuno dei quattro disegni che ho sulla pelle, potrebbero apparentemente apparire come sciocchi e frivoli, ma ognuno di loro nasconde al suo interno un milione di ricordi dai quali non potrò mai più separarmi.

tatuaggi 6

 
 

Leave your comment