Lago di Como: lo specchio incantato

by United Blogs of Benetton on: luglio 2nd, 2014

Magico per le escursioni, avventuroso per i sentieri nella selva, emozionante per le montagne selvagge a picco sul lago, sorprendente per le case che galleggiano sull’acqua…Affascinante, senza tempo, misterioso, è il lago di Como, un angolo raccolto, quasi nascosto tra i suoi monti, che si anima ogni estate di eventi e di occasioni. Dalle serate musicali alle mostre d’arte, dalle fiere ai concerti, alle sagre, ai mercati.

Arrivano i turisti e lo spirito lariano comincia a risvegliarsi. Le case, tutt’a un tratto, riaprono i battenti, si accendono di luci, si riempiono di voci, e si odono tra i vicoli, fino a sfiorare le montagne, le risa dei bambini che la sera si rincorrono sul selciato delle piazze.

landscape_como

Edifici sontuosi come la villa Carlotta, a Tremezzo, o le Ville Serbelloni e Melzi d’Eril, a Bellagio, e tante, tante altre che, in questa stagione, si possono ammirare grazie a una bella gita in barca.

girl_boat_como_lake

Boat_Boyjpg

Capolavori di stile che si rispecchiano nell’acqua algida del lago con le loro terrazze fiorite, i loro alberi da frutto, il verde curato dei giardini secolari e gli eleganti berceauxridossati ai pontili, sotto i quali appisolarsi nei pomeriggi assolati, eterno richiamo di nobili e poeti che da sempre si contendono questo angolo incantato.

Ospiti illustri alle cui fila si sono aggiunti, negli ultimi anni, imprenditori stranieri e star hollywoodiane come George Clooney, Richard Branson e Rupert Murdoch.

Villa_Carlotta

E proprio per il fascino di certi luoghi, il territorio lariano è stato eletto da molti come cornice di matrimoni illustri oltre che set privilegiato di pellicole cinematografiche del presente e del passato, tra cui Ocean’s Twelwe, James Bond Casino Royale, L’ombra del sospetto. Tanti anche i film italiani ambientati sul lago, da Malombra al mitico Rocco e i suoi fratelli con uno strepitoso Alain Delon, uno dei pochi la cui avvenenza teneva testa, con orgoglio, anche a certi panorami.

romanitc_photo

Se invece quel che hai in mente è una vacanza più dinamica, inizia la stagione dedicata agli sport d’acqua: kite-surf, windsurf, canottaggio e motonautica. E per chi trovi nell’aria il suo elemento naturale, niente di meglio che librarsi a braccia aperte per contemplare il panorama, scegliendo tra deltaplano, parapendio o volo a vela.

Kite boarder

Il lago di Como può diventare un posto magico anche agli occhi di un bambino. Tante le occasioni per stuzzicare il suo interesse, a partire dal Museo del Cavallo Giocattolo, un sogno d’infanzia che raccoglie oltre 500 cavalli a dondolo fabbricati tra il 1700 e i giorni nostri, selezionati uno per uno per il loro valore artistico e affettivo.

Immancabile poi, l’escursione nel Sentiero dello Spirito del Bosco, all’interno della Foresta dei Corni di Canzo, un luogo in cui allenare l’ascolto e l’osservazione, dove anche i più piccoli potranno addentrarsi alla ricerca di personaggi misteriosi.

Benetton Summer 2014

Ma sono le spiagge di ciottoli, attrezzate e bellissime, a risvegliare per prime la voglia d’estate, soprattutto dei piccini, a indurli a sognare di volare come aquile sfiorando appena la superficie del lago: la scia bianca del motoscafo sull’acqua scura, il vento in faccia… il viso illuminato dai raggi del sole e dal loro entusiasmo. Cosa sperare se non una gita elettrizzante? Tutto sa di avventura, le vacanze diventano attimi indimenticabili e i bimbi, come è giusto che sia, vogliono goderle fino in fondo.

Del resto, lo sappiamo: per immergersi davvero nella magia di certi luoghi, l’unica scelta praticabile è quella di tuffarsi!

Benetton Summer 2014

boat_baby_lake_como

 
 

Leave your comment

 Toccare il cielo con il palato

by United Blogs of Benetton on: giugno 27th, 2014

Se vivere vuol dire sapere vivere, la prima regola da rispettare è deliziare il tuo palato! Niente come un buon pasto sa regalare il buon umore e stuzzicare ulteriormente appetito e curiosità… desideri da soddisfare alla prima occasione.

In Italia puoi farlo a colazione, pranzo e cena; persino fuori pasto se non temi di ingrassare. Tra pizze, dolcetti, pasta e fritture c’è l’imbarazzo della scelta!

piatto

Il cibo, infatti, non è soltanto un’inevitabile fonte energetica, ma uno dei principali strumenti di salute e di benessere. Se Ippocrate sosteneva che fosse preferibile un cibo anche un poco nocivo ma gradevole a uno indiscutibilmente sano ma sgradevole,  a Capri, la fortuna, è che non sei costretto a scegliere: gusto e benessere, sembrano andare di pari passo con qualsiasi portata. E sono proprio gli ingredienti dell’isola – freschi e genuini – a rendere i suoi piatti tanto prelibati.

iStock_000004526806Medium

La cucina italiana è un raggio di sole, una ventata d’aria fresca, un’esplosione di sapori capace di riflettere tutti i profumi e i colori della penisola: l’oro dell’olio di oliva, l’azzurro del pesce freschissimo, il rosso dei pomodori, le mille sfumature di molluschi e crostacei che cantano ogni giorno nelle ricette saporite a base di ortaggi, caciotte, mozzarelle e melanzane. Il tutto condito dalle erbe aromatiche di ogni tipo.

Non c’è abitante che non riservi un angolo del proprio balcone o un fazzoletto di giardino per coltivarle dentro casa: aglio, basilico, prezzemolo, origano, peperoncino e tante altre, da cogliere al momento, appena prima di mettersi ai fornelli.

spezie

Dai piatti conditi con la brezza del mare a quelli che vertono sui sapori della terra, non c’è pietanza che non consenta un tuffo a piene mani nella cultura locale, a partire dalla pasta, ricca e sempre al dente.

‘Na bella spaghettata alla caprese?

Sul catalogo della collezione primavera estate di United Colors of Benetton 2014, il grande Gaetano, chef della Fontelina, uno dei ristoranti e stabilimenti balneari più rinomati del mondo, ha selezionato per noi due primi tipici, semplici e sublimi: spaghetti alle vongole e pennette Aumm Aumm! Impossibile salpare da Capri senza averli assaggiati. Impossibile trovarsi in questo luogo senza avvertire il richiamo del mare.

La posizione della Fontelina, davanti ai Faraglioni, è un invito inevitabile a immergersi nel blu di questo paradiso. E cosa c’è di meglio, prima di un pranzo ricco e prelibato, che stimolare l’appetito – e anche il metabolismo – con una bella nuotata!

È questo che succede alla Fontelina. Ci si immerge per un bagno e, una volta tornati a riva, ci si ritrova a lasciare il cuore tra questi tavoli affacciati sul mare, un crescendo di felicità che attraversa lo sguardo, delizia il palato e alimenta la promessa di farvi ritorno.

Sono oltre 60 anni che il copione si ripete senza colpi di scena e senza alcuna eccezione, quasi fosse un incantesimo a cui i turisti, “consapevoli”, si abbandonano ogni volta.

E per chi, a questo punto, fosse troppo curioso per aspettare di arrivarci, ecco le ricette per cominciare a intuire, anche solo vagamente, quello che sarà.

benetton_pe2014_la_fontelina

Pennette Aumm Aumm.

Ingredienti: pennette, pomodorini, melanzane, mozzarella, basilico, aglio, olio extravergine d’oliva e parmigiano.

Friggete nell’olio le melanzane tagliate a cubetti e, dopo averle asciugate con carta assorbente, mettetele da parte. In un tegame, mettete a imbiondire l’aglio nell’olio, unite i pomodorini tagliati in quattro, saltate e fate cuocere per 6-7 minuti. Nel frattempo, cuocete e scolate la pasta ancora al dente, unitela al sugo aggiungendo le melanzane e fatela mantecare per 1-2 minuti insieme a mozzarella, parmigiano e basilico. Servitela ben calda e buon appetito!

benetton_pe2014_food

Spaghetti alle vongole.

Ingredienti: spaghetti, vongole, olio extravergine d’oliva, aglio, peperoncino e prezzemolo.

In un padella, fate imbiondire l’aglio insieme all’olio e al peperoncino, aggiungete le vongole e spegnete il fuoco solo quando si saranno aperte tutte. Intanto, cuocete gli spaghetti, scolateli dopo appena 5-6 minuti, in modo che siano ancora molto al dente, e terminate la cottura nella padella con le vongole, infine serviteli con una spolverata di prezzemolo tritato.

Mi raccomando, non dimenticate di abbinare a ciascun primo un ottimo bicchiere di vino bianco, come un Greco di Tufo o un Fiano di Avellino DOCG, fresco e inebriante!

iStock_000009711475Medium

E se non foste ancora sazi o aveste voglia di sperimentare, non perdete l’occasione di assaporare anche i dessert: potete scegliere tra babà al Limoncello, pasticceria napoletana, sfogliatelle ricce o classicissima torta caprese: una prelibatezza a base di mandorle e cioccolato; croccante all’esterno e supermorbida all’interno, da sciogliersi in bocca.

iStock_000021885796Medium

L’unico problema dopo aver assaggiato il Paradiso? Tornare sulla terra non sarà per niente semplice.

 
 

Leave your comment

 And the winners are…

by United Blogs of Benetton on: luglio 11th, 2011

È scoccata l’ora X e come promesso, prima che andiate a spaparanzarvi sotto gli ombrelloni armati di racchettoni e riviste di gossip, vi annunciamo i vincitori di I’m Unique.

Ladies and Gentlemen, offrite un virtuale e caloroso applauso ad Andrea, 9 anni.
L’abbiamo conosciuto durante la prima tappa del nostro tour, a Firenze, ma a causa dello shampoo alle carote che usa quotidianamente è stato impossibile dimenticarsene.

Giù il cappello davanti a Pamela, 6 anni, una barese con il viso da indiana Navaho e i pantaloni da indiana del Rajahstan. Più multietnica di così non si può, e infatti l’abbiamo scelta come modella della prossima campagna Benetton Bambino.

Tra i profili postati sul web, hanno spopolato gli occhioni azzurri di Sofia, 2 anni, di Ravenna, la più piccola dei vincitori. Insieme a lei Eleonora, 7 anni, di Cuneo, algida bellezza del nord con un’acconciatura da dama dell’Ottocento.


In questa photogallery trovate inoltre i magnifici venti che sono stati scelti da voi utenti del web come vincitori di buoni spesa nei nostro negozi. Complimenti anche a loro!

Pensate che sia stato escluso qualche aspirante George Clooney? La futura Monica Bellucci è rimasta a bocca asciutta? Fateci sapere cosa ne pensate del verdetto.

E poi andate pure al mare, o in montagna, o in campagna, dove vi pare insomma. Ormai fa caldo e anche i vostri piccoletti avranno voglia di prendersi una vacanza e dedicarsi a quel che gli riesce meglio: correre, giocare e guardare le nuvole.

Buona estate!

 
 

Leave your comment

 Continuate a giocare!

by United Blogs of Benetton on: giugno 10th, 2011

Dopo due settimane di peripezie in giro per l’Italia e una settimana extra concessa ai più piccoli, agli smanettoni e ai ritardatari per iscriversi sul web, è arrivato il momento di tornare a casa, aprire l’archivio e vedere con che razza di bambini abbiamo a che fare.

 

Ne contiamo più di 10.000 tra eventi in negozio e profili, on-line, e nessuno è uguale all’altro. Ci sono fan di Elvis e aspiranti Janet Jackson; bravi ragazzi e pesti patentate; sirenetti vanitosi, ragazzi di campagna, e futuri piloti. Qualcuno ci ha inondato di parole, qualcun altro era così timido che, al momento dello scatto, ha ben pensato di nascondersi dentro a una borsa. Tutti, speriamo, si sono divertiti, tra un colpo di spazzola e il lampo di un flash.

Ora non ci resta che passare in rassegna tutte le foto e scegliere le quattro facce uniche che saranno protagoniste della prossima campagna Benetton. Aspettando, nel frattempo, che voi decidiate chi sono i magnifici venti che riceveranno un buono da 200 euro da spendere nei negozi Benetton.

Per sapere chi la spunterà dovete aspettare il 10 luglio.

Comunque sia, il casting è finito. Continuate a giocare!

Immagine anteprima YouTube
 
 

Leave your comment

 Vieni avanti, bambino!

by United Blogs of Benetton on: maggio 13th, 2011

Biondo, moro o coi capelli arancioni come fibre di carota. Bianco, giallo, nero o meticcio. Maschio o femmina. Slanciato o tarchiato. Magro o cicciotto. Con un neo sulla guancia o le gote ricoperte di lentiggini. Non importa. Se chiedi a una mamma com’è il suo bambino, ti dirà sempre che è il più bello del mondo. Sarà vero?

Il 14 maggio comincia il casting per selezionare i quattro modelli della prossima campagna Benetton bambino.

L’iniziativa si svolgerà in parte on line, com’è stato l’anno scorso per la campagna adulto It’s my time. E in parte in store, in un viaggio d’Italia che toccherà 12 negozi Benetton sparsi per tutta la penisola. Per ogni tappa ci saranno un set, un fotografo e decine di candidati carichi come molle.

Da Firenze a Palermo, questo blog racconterà le città, i negozi, i protagonisti di questo anomalo Tour d’Italie. La parola, naturalmente, la lasceremo a loro: i bambini. Perché piagnoni o sorridenti, placidi o ribelli, timidi o casinisti, quel che davvero conta è che ciascuno di loro, a modo suo, è unico.

 
 

Leave your comment