I foulard di Carla Crosta

by Be-Blogger Italia on: agosto 16th, 2011

mostra di Carla Crosta

La Triennale DesignCafè di Milano ospita, fino all’11 settembre, una mostra dedicata ad uno degli accessori più glamour della storia della moda: il foulard. In esposizione quelli che la milanese doc Carla Crosta ha disegnato durante la sua carriera dal 1966 al 1999.

mostra di Carla Crosta

Il foulard è storicamente un accessorio molto amato dalle dive del cinema: Audrey Hepburn era solita utilizzarlo come copricapo e tutti ricordiamo come Grace Kelly, nel film “Caccia al ladro“, se lo annodasse al collo per ripararsi dal vento.

mostra di Carla Crosta

mostra di Carla Crosta

Oggi questo capo è un must have, presente nell’armadio di ogni donna: questo, ovviamente, grazie anche al lavoro di artisti come Carla Crosta. I foulard esposti nella mostra, grazie al sapiente utilizzo del colore e delle forme geometriche, risultano attuali e contemporanei nonostante siano stati disegnati anche trent’anni fa.

mostra di Carla Crosta

mostra di Carla Crosta

Artista a 360 gradi, Carla Crosta ha esposto diverse opere di scultura, insegnato presso scuole di design e grafica, tenuto seminari al Politecnico e disegnato foulard per alcune delle più famose case di moda italiane: oggi lavora nel suo studio in Porta Genova a Milano, progetta e crea borse, sciarpe, cappelli, cravatte, arazzi, collage e patchwork.

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

1 commento

 L’artigianato tradizionale in Italia

by Be-Blogger Italia on: luglio 29th, 2011

Lo scorso weekend, durante la mia visita alle montagne della Valle d’Aosta, ho approfittato con entusiasmo della possibilità di visitare la mostra dell’artigianato tradizionale di questa regione.

L’esposizione, situata proprio nel centro di Aosta, comprendeva un vasto assortimento di prodotti tutti realizzati a mano: classici attezzi per l’agricultura, lavorazioni in ferro battuto, mobili, intagli, oggetti in legno, sculture e accessori in pelle e cuoio.

Senz’altro, i prodotti che hanno maggiormente attirato la mia attenzione sono state le borse porta pane in paglia: sembravano delle moderne borse a tracolla!

Molto interessanti anche gli astucci per gli scolari in cuoio, con finiture curatissime e cerniere che ricordano quelle delle cartelle di una volta e delle borse da dottore!

Gli astucci, pur avendo delle linee assolutamente tradizionali in Valle d’Aosta, mi hanno veramente stupito perché ricordavano in maniera incredibile le linee di alcuni accessori di questa stagione!

Alla fiera non sono mancati accessori tradizionali della gente della regione che, per chi viene da fuori, possono risultare curiosi e divertenti: mi riferisco ai cappelli dei costumi della tradizione, alle tipiche pantofole in legno e agli oggetti più svariati in ferro battuto come ad esempio i ferri da stiro. Assolutamente meravigliosi, poi, gli strumenti per la stampa dei tessuti!

Un’esposizione interessantissima di arti anche molto diverse tra loro, insomma, che ha confermato, qualora ce ne fosse bisogno, l’originalità e l’assoluta bravura degli artigiani italiani.

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment