La leggenda del #seapunk

by Be-Blogger Italy on: febbraio 28th, 2013

Se potessi scegliere un hobby “particolare”, vorrei dedicarmi alla colorazione e decolorazione continua dei miei capelli. Nel corso degli ultimi mesi sul web sono riuscita a scorgere numerose immagini di ragazze belle bellissime, magre magrissime, con sneakers platform e lunghi capelli colorati in toni pastello sulle punte.

Ho deciso di svolgere una serie di ricerche a riguardo.

Dopo poche ore di investigazione ho scoperto che, questa tendenza è chiamata SeaPunk (i punk del mare?) e prende il nome da un messaggio su Twitter.
La leggenda narra di un giovane il quale, dopo una notte tormentata, raccontò con un tweet di aver sognato una trasformazione del suo giubbotto in pelle. Il ragazzo sognò di sostituire borchie e bottoni del suo chiodo con conchiglie ed elementi marini ed accompagnà il tweet con un hashtag creato per l’occasione: #seapunk.

Ovviamente questo diede i natali anche ad un genere musicale che mette insieme il meglio ed il peggio degli anni ’90, dal pop alla techno, passando per la musica R&B e quella house.
Mentre la tendenza stilistica è molto diffusa tra le star, trattandosi sostanzialmente di uno shatush nei toni pastello che predilige blu e verde, la musica stenta ancora a decollare, ma possiamo citare sicuramente Atlantis di Azealia Banks.

Immagine anteprima YouTube

Le mie produttive ricerche mi hanno portata ad adorare ancor di più questa tendenza, ma avrò il coraggio di azzardare con un look #seapunk? Certamente nei mesi caldi dell’anno, durante i quali sembra che tutto sia concesso.

Photo Credits: weheartit

 

Federica

Fashion Apartment

 
 

Leave your comment

 La moda in un tweet

by Be-Blogger Italia on: novembre 27th, 2012

Viviamo nell’era dei social network!

Giorno dopo giorno, in maniera incredibilmente naturale, i social network si sono evoluti, hanno acquisito un seguito ed un autorità sempre maggiori e sono di fatto entrati a far parte delle nostre abitudini: oramai per noi è naturale chattare piuttosto che chiamare, ma anche postare foto di ogni cosa che mangiamo, vediamo, acquistiamo, indossiamo e, ovviamente, aggiornare costantemente i nostri status su twitter e facebook.

Nicole Scherzinger con un abito di tweet

Eppure, anche se la nostra vita ha preso una piega decisamente ‘social’, un’abito fatto di tweets non me lo sarei mai aspettato!

È stata l’ex Pussycat Dolls e giudice di X-Factor U.K., Nicole Scherzinger, ad indossare l’abito di haute couture “tweet”: sfoggiato in occasione del lancio della rete mobile 4G in U.K., l’abito è fatto di una stoffa di luci led che proiettano sul corpo della cantante i tweet legati al suo account in tempo reale!

Immagine anteprima YouTube

E così, dopo essere entrato nella nostra vita Twitter ha anche invaso il nostro armadio! A questo punto si aprono le scommesse: qualcun’altro avrà il coraggio di indossare un abito come questo indossando senza timore tutti i tweet ricevuti?

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

1 commento

 La tua wishlist su Internet

by Be-Blogger Italia on: agosto 5th, 2011

Non c’è dubbio, Internet ha rivoluzionato completamente le nostre abitudini: chat, videochat, streaming e mappe online, solo per citare alcuni, scontati esempi, solo quindici anni fa erano cose impensabili e invece ora li abbiamo a disposizione anche sul telefonino!

Sembra proprio che la Rete ci offra una varietà infinita di possibilità, ma allora… quali sono i nostri desideri internettiani?

E’ la domanda cui ha tentato di rispondere, Amrit Richmond, una ragazza incredibilmente creativa ed appassionata di tecnologia (ha addirittura aperto un sito chiamato Nerd Valentine) fondando IWL, la Internet Wish List. IWL è una pagina Web che permette a chiunque possegga un account Twitter di condividere i propri pensieri su cosa vorrebbe trovare in Rete!

Volete qualche esempio?

“Mi piacerebbe un’applicazione che analizza le mie abitudini alimentari e che mi avvisi quando le cose che solitamente compro sono scontate al supermercato.”

Oppure: “Vorrei un applicativo che mi legge le mail e blog mentre guido”

Le idee raccolte da IWL sono tante, alcune veramente geniali, altre discutibili, ma anche questo è il bello della Rete! Se volete partecipare anche voi alla community basta che scriviate la vostra idea su Twitter inserendo l’hashtag #theiwl.

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Un mondo di lana e di colore!

by Be-Blogger Italia on: luglio 18th, 2011

Siete pronti a partecipare ad uno straordinario evento che coinvolgerà la vostra vita social a 360 gradi?
Se, come spero, la risposta è un bel “siiiiiii”, è il momento di parlare di Knit your World, perché Benetton vuole giocare con noi sui nostri social network preferiti e partecipare sarà facile e divertente. :)

Il tema dell’evento è semplice, colore e lana, e tutte le iniziative a cui potrete partecipare saranno incentrate su questi elementi.

Avete un account Facebook?  Benissimo! Collegatevi, iscrivetevi alla fan page di Benetton e partecipate al gioco! Caricate una foto della vostra città, scegliete che tono di colore darle e pubblicatela! La foto verrà elaborata in modo da assumere un effetto “lana” e il colore dominante da voi scelto: tra tutte le immagini caricate ogni settimana la migliore diventerà la protagonista della fan page!

Siete anche su Twitter? Mandate un tweet a @Benetton_ucb con l’hashtag #knityw, specificate la vostra città e descrivete il colore del vostro mondo! I più belli diventeranno i TIPS della pagina Benetton su Foursquare!

E non è ancora finita! Poteva forse mancare un favoloso concorso?

Seguite attentamente la nuova sezione del Benetton blog dedicata a “Knit your World” … a breve arriverà una grande sorpresa! ;)

Siete dei blogger? Allora preparatevi! Potreste essere scelti tra i 10 blogger che verranno invitati a scrivere sull’iniziativa e guadagnarvi un invito allevento di settembre!

Partecipate tutti, ci divertiremo insieme! E non vedo l’ora di conoscere i vincitori dell’iniziativa a settembre…

Knit your World!

Silvia
addictedtoshopping.it

 
 

Leave your comment

 Techno Time

by United Blogs of Benetton on: febbraio 11th, 2011


Yesterday I woke up at 5:50 a.m. At 6:20 I had already dragged myself in front of the computer, still in my flip flops and pyjama pants.

And while I was writing one email after another to people that had been awake for hours, for the first time I asked myself a question: does technology influence the way we dress?

At first I thought: no. But maybe I was too hasty.
If it influences the way we behave, how we manage our time, the way we express ourselves and, without a doubt, our privacy, how is it possible that it doesn’t also affect the way we dress? Of course, technology unifies different styles, in the sense that everyone looks more and more like each other, more and more quickly.

But does getting a call from some kind of smart phone make a person choose a certain bag or a specific pair of shoes? And does shooting a video on youtube push you more towards a t-shirt or a suit? (I’d say a t-shirt , but since I don’t have any scientific data to back it up, I won’t bet on it).

I know a hypertechnologically connected woman who takes her hi-tech instrumentation around in her Chanel bag. Her best friend (not only on Facebook) travels in a wad of felt. Sure, I also know technologically clumsy women divinely dressed and ground-breaking nerds, nerdishly dressed.
But the doubt still remains: if technology is powerful enough to influence world lifestyles, styles of writing and figures of speech, why do I always wear the same stuff even though I twitter and blog?
Do you have any clue?

Lost In Fashion

 
 

Leave your comment